La classe IV A sezione Michelangelo si è aggiudicata il primo premio ex aequo per progetti di sostenibilità ambientale, sociale, economica e culturale, nell’edizione 2011/2012 di “Orientagiovani” – Confindustria di Pesaro Urbino

 

La classe IV A sezione Michelangelo si è aggiudicata il primo premio ex aequo con la classe V Tien dell’Istituto Volta per progetti di sostenibilità ambientale, sociale, economica e culturale, nell’edizione 2011/2012 di “Orientagiovani”, organizzato da Confindustria di Pesaro Urbino. La classe ha proposto, per la sezione di Architettura e Arredo, una cheise-longue da esterni eseguita con materiali riciclati e/o ecocompatibili con integrato un piccolo impianto fotovoltaico per l’uso di dispositivi tecnologici. La sezione di Discipline Pittoriche ha studiato i tessuti ed i decori per i rivestimenti, utilizzando sempre materiali e tinture naturali.

La classe 4 A del Liceo artistico Apolloni di Fano e’ articolata in due sezioni: la sezione di Architettura che con la guida della prof.ssa Primiana Petrangolini ha curato la progettazione di sei poltrone da esterno ecosostenibili e la sezione di Decorazione pittorica che con la guida della prof.ssa Anna Maria Benvenuti ha progettato, dopo una accurata ricerca, il rivestimento per una poltrona con materiali tessili naturali e varie tecniche di tintura e colorazione.

 

Relativamente ai parametri tecnici abbiamo utilizzato delle celle fotovoltaiche di quantita’ variabile a seconda del tipo di struttura su cui installare che determinassero una autonomia di erogazione della durata di 5 ore. Tipo di cella: silicio policristallino ad alta efficienza. Ogni pannello sara’ costituito da un numero di celle tali da poter produrre intensita’ per alimentare qualsiasi dispositivo portatile. Saranno presenti porte Usb oltre che prese elettriche.

Certificati: secondo standard Europei vigenti. La poltrona viene progettata in modo tale da permetterne il disassemblaggio al termine della vita utile, affinché le sue parti e componenti possano essere riutilizzati, riciclati o recuperati a fini energetici. In particolare, materiali come alluminio, acciaio, legno e plastica (ad esclusione dei rivestimenti in film o laminati) saranno separabili.

I prodotti sono costituiti da parti in legno o materiali a base di legno provenienti da foreste gestite in modo sostenibile e da materiali riciclati come per esempio la plastica.

Le tipologia di plastica riciclabile utilizzata sono il PET ed alcuni casi il PVC. Le poltrone sono costituiti da materiale riciclato, in misura almeno pari al 70% del peso complessivo del materiale a base di legno, metallo che costituisce il prodotto finito Le parti tessili che rivestono le poltrone sono state ideate con materiali naturali e tecniche di tintura e colorazione che utilizzino risorse naturali e che siano: prive di tossicità in fase di produzione per ridurre i rischi per gli operatori, biodegradabili e senza tossicità nei prodotti finiti. Le parti tessili inoltre presentano le caratteristiche ambientali indicate come “specifiche tecniche di base” dei “Criteri ambientali minimi” della categoria “prodotti tessili”

 

Gli alunni della 4 A e i docenti che hanno collaborato alla partecipazione al concorso: Primiana Petrangolini, Anna Maria Benvenuti, Silvia Mazzacuva Carmelo Lepri.

 

Category(s): Archivio articoli 2011/2012

Lascia un Commento